TAB SOCIAL
Mutua
icon_FB_laterale
twitter_lan
Instagram_TabLat
 
titolo

News

 
10/10/2017
Sabato 7 ottobre “Cento Città Contro il Dolore” Grosseto, Orbetello Pitigliano.
Grande partecipazione alla nona edizione della “Giornata nazionale contro il dolore”, promossa dalla Fondazione ISAL.
A Grosseto, Orbetello e Pitigliano presenti gli stand per la raccolta fondi grazie alla collaborazione di numerosi dipendenti di Banca Tema, della Croce Rossa di Orbetello, della Croce Oro di Pitigliano, dell’associazione Querce di Mamre, dell’associazione Olympia De Gouges e dell’associazione Volontari Ospedalieri di Orbetello.

La giornata nasce per spiegare ai cittadini che il dolore cronico si può curare e per informare sulle terapie disponibili e sui servizi presenti nel nostro territorio, nonché a raccogliere fondi per la ricerca scientifica di settore.

Il 15 marzo 2010 è stata, infatti, approvata la Legge 38 per la tutela del diritto del cittadino ad accedere alle cure palliative e alla terapia del dolore. Un testo fondamentale, tra i primi in Europa sul diritto dei pazienti a non soffrire inutilmente, purtroppo non sufficientemente conosciuto e non sempre applicato a dovere.

Ma la problematica è di centrale importanza: moltissime le persone che si sono avvicinate per chiedere informazioni e che hanno manifestato il proprio sostegno alla causa.

Il dolore cronico è quel dolore che dura più di tre mesi e diventa una vera e propria malattia, che compromette la qualità della vita e le relazioni personali. Una tragedia invisibile e spesso trascurata, che in Italia si stima colpisca 12 milioni di persone, il 20% della popolazione, causando ogni anno la perdita di oltre un miliardo di ore lavorative e la spesa di circa due miliardi di euro per prestazioni e farmaci. “Il 10% delle persone con dolore cronico necessita per tutta la vita di più terapie combinate, mentre per il 4%, e sono quasi mezzo milione di italiani, soffre di un dolore cronico di cui oggi non c’è ancora alcuna possibilità di cura – dice il professor William Raffaeli, presidente della Fondazione ISAL –. Con ‘Cento città contro il dolore’ vogliamo rompere il muro dell’indifferenza e chiedere alle istituzioni di finanziare la ricerca scientifica, per trovare una terapia a quei dolori difficilmente trattabili”.


Per informazioni:

Servizio terapia del dolore - Grosseto
tel. 0564 483472
e-mail m.simone@usl9.toscana.it
sito web www.tema-vita.it

Fondazione ISAL
tel. 0541 725166
e-mail giornatamondiale@fondazioneisal.it
sito web www.fondazioneisal.it